Centri visita

Homepage

Area ludica didattica "Il Gioco del Parco"

Scopri il Parco giocando - loc. Còler
Conoscere il Parco divertendosi è una coinvolgente avventura che in Val di Saènt ha i colori e i suoni degli elementi naturali. Scoperte ed esperienze sensoriali sono il filo conduttore de “Il Gioco del Parco”, area ludico didattica ideata per dare ai ragazzi l’opportunità di vivere appieno le sensazioni prodotte dal contatto con la natura. Le attività compiute lungo il percorso richiedono l’utilizzo di diversi materiali: il ferro, l’aria, la pietra, il legno e l’acqua raccontano gli ambienti dell’area protetta, descrivendone il territorio, la flora e la fauna. Come si muovono i giocatori? Calandosi nelle vesti degli animali che abitano nel Parco come il cervo, la marmotta, l’aquila e... l’uomo, sollecitando la fantasia con le informazioni raccolte su schede e bacheche, si impara ad osservare e nel contempo a cogliere lo spessore degli aspetti che identificano il Parco. Nota che caratterizza l’Area ludico-didattica è rappresentata dal territorio occupato dai detriti trascinati a valle dalla frana che nel settembre 1999 ha devastato la Val di Saènt.

Centro Visita Malga Stablét

Il Punto Informativo dedicato alla marmotta
Il Centro Visita Stablét è dedicato alla vita e alle abitudini della marmotta, roditore molto diffuso nei pascoli alpini d’alta quota ed è frutto di un progetto di recupero e sistemazione di una vecchia malga di montagna. Con l’ausilio di semplici pannelli descrittivi il percorso didattico, allestito nella struttura, guida il visitatore alla scoperta delle caratteristiche delle marmotte e delle loro principali abitudini di vita. Le immagini ritraggono il letargo invernale, il “risveglio” primaverile, l’organizzazione familiare e il “lavoro” quotidiano del simpatico roditore. Un grande plastico riproduce l’interno della sua tana, la piccola abitazione in cui si rifugia.
Per acquisire informazioni più approfondite, il centro è dotato anche di una piccola sala dove il visitatore può assistere alla proiezione di uno specifico audiovisivo. Il Centro Visita è situato ai piedi delle note e spettacolari Cascate di Saènt, del Prà di Saènt, detto anche “Prato delle Marmotte” e vicino alla Scalinata dei Larici Monumentali.

Centro Visitatori e foresteria, Rabbi Fonti

Nel Centro Visitatori sono disponibili materiale informativo e le pubblicazioni edite dal Parco ed inoltre la presenza di un operatore esperto consente agli ospiti di raccogliere utili indicazioni sui programmi relativi ad attività ed escursioni.
Nel centro trovano spazio una sala riservata alle riunioni e alla proiezione di filmati e un'area espositiva, dove si possono osservare forme e colori delle specie faunistiche più rappresentative del Parco. In bella mostra nella parte centrale della sala espositiva spicca anche la riproduzione di una settecentesca segheria veneziana, situata sulle rive del Torrente Rabbiés che scorre nelle vicinanze del Centro Visitatori. Completano il viaggio virtuale nel Parco una ricca documentazione fotografica dedicata alle specie floristiche protette e pannelli informativi, dove sono descritti il ciclo di riproduzione dei funghi e le caratteristiche dell'aquila e dei tetraonidi.
Il cammino del visitatore prosegue nella sala attigua davanti ai dipinti che rappresentano le quattro stagioni, un colpo d'occhio sulle creste che circondano la Val di Rabbi. Davanti alle pitture è riprodotto l'ambiente nei diversi periodi dell'anno con le tracce lasciate dal passaggio degli animali.
Entrando nella sala colpiscono i suoni in sottofondo: il gorgoglìo dell'acqua, le emissioni vocali dei gracchi alpini e il fischio del camoscio danno all'ospite l'illusione di trovarsi di fronte ad un panorama reale.
Orario di apertura: dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00
Informazioni: tel. 0461-493639 / 0463-909774 E-mail: cvrabbistelvio@provincia.tn.it

Casèl di Somrabbi, Rabbi Fonti (TN)

Percorso espositivo nell'antico caseificio turnario risalente al 1858
Nell'antico caseificio turnario, costruito nel 1858, è stato allestito un percorso espositivo che raccoglie 127 particolari attrezzi utilizzati un tempo per la tradizionale lavorazione del latte
Orario: il caseificio è visitabile a richiesta per gruppi minimi di 10 persone.
Il vecchio caseificio turnario di Somrabbi è una testimonianza di inestimabile valore della storia e della cultura della Val di Rabbi.
Era un importante punto di riferimento per una piccola comunità, un luogo di lavoro espressione dell'organizzazione sociale ed economica della civiltà alpina. All'interno del Casèl di Somrabbi è stato allestito un percorso tematico che entra dinamicamente a contatto con i visitatori ed è inserito in una rete museale diffusa, cui è affidato il compito di raccontare un'economia, un mondo e un sistema di valori legati profondamente alla conservazione e alla valorizzazione delle risorse naturali.
L'allestimento è stato curato conservando le peculiarità dell'antico laboratorio del latte, valorizzando i tradizionali attrezzi e le tecniche di lavorazione con un percorso espositivo che segue il ciclo della lavorazione lattiero-casearia. Nella sala d'ingresso colpiscono l'attenzione del visitatore un grande focolare e i calderoni, simbolo del museo: a corredo pannelli descrittivi e suggestive immagini riprendono le fasi più importanti del processo di trasformazione del latte.
La sala espositiva accanto è dedicata agli utensili e agli arredi che si trovavano abitualmente nei caseifici d'un tempo.
Orario: il Centro Visita è aperto in estate, dal 24 giugno al 10 settembre + 16-17 e 23-24 settembre, tutti i giorni con orario 10.00-12.30 e 13.00-17.00.

Segherie veneziane

Antichi capolavori di ingegneria meccanica
Le segherie veneziane sono la nota che caratterizza le rive del Torrente Rabbiés. Le antiche macchine ad acqua, utilizzate un tempo per la prima lavorazione del legno, sono cellule museali monotematiche e punti d'interesse che qualificano e valorizzano il patrimonio paesaggistico-ambientale della Val di Rabbi. La perfezione dei loro meccanismi di funzionamento è frutto dell'abilità di artigiani d'altre epoche, profondi conoscitori di tecniche costruttive che possono essere ancora considerate un capolavoro di ingegneria meccanica.
Orario: messa in funzione delle sagheria dei Bègoi tutti i martedì dal 13 giugno al 5 settembre, visita libera e gratuita. A richiesta anche per gruppi: solo messa in funzione della Segheria dei Bègoi € 2,00 a persona.

Condividi

Grazie!

Grazie per la tua iscrizione

Iscriviti alla newsletter



Annulla
Chiudi

Webcam


Val di Rabbi
Chiudi

Meteo Val di Rabbi

Oggi

Min 0°C / Max 0°C


Domani

Min 0°C / Max 0°C


Dopodomani

Min 0°C / Max 0°C


Chiudi

Booking

Chiudi

Richiesta informazioni


to

Caratteri rimanenti limite raggiunto