Tradizioni

Homepage
tradizioni
tradizioni 1

UNA VALLE RICCA DI TRADIZIONI

TERRE COMUNI E PROPRIETA’ COLLETTIVE: LE CONSORTELLE DELLA VAL DI RABBI

In tutta la Valle di Rabbi esistono oltre venti Consortelle ed è abbastanza comune per gli abitanti appartenere a queste istituzioni. Esse si estendono per quasi tutta la valle e detengono la proprietà della maggior parte dei suoli.
L’azione di cura meticolosa e secolare ad opera di queste comunità locali ha prodotto un paesaggio uniforme e curato consegnando agli abitanti e a tutti i visitatori un paesaggio integro ed estremamente godibile in qualunque parte dell’anno.

La nascita di queste associazioni può essere ricondotta alla formazione di gruppi di persone, che si autodefinirono “consorti”, proprietari o affittuari di case e terreni insediati in diverse zone del fondovalle. Questo accadde perchè, fino alle soglie dell’età moderna, l’estrema povertà , non consentiva la divisione dei possessi per questo quindi si provvedeva tutti insieme alla coltivazione della terra e se ne dividevano i frutti, pagando il dovuto ai Signori feudal, proprietari della gran parte della Valle.
A questo status erano collegati vari diritti e concessioni su territori montani considerati pertinenze del bene principale: diritti di pascolo, di legnatico e di erbatico. Si passò quindi a determinare le zone di montagna sulle quali ogni comunità poteva esercitare i diritti concessi.

Sul filo diretto tra fondovalle e monte si formalizzano le attuali Consortele: le zone di montagna di rispettiva influenza con le loro delimitazioni reciprcamente riconosciute assumono definitivamente il nome dalle montagne sulle quali i consorti esercitano i loro diritti. Ess hanno diritto di far pascolare i propri animali su queste terre e di sfruttarne il legname.
Le 23 consortele presenti ad oggi sono proprietarie di terreni in Val di Rabbi per una superficie complessiva di 5.320ettari. Undici di queste Consortele sono proprietarie di malghe. Ognuna di esse è governata da uno statuto e possiede un elenco degli aventi diritto, tenuto aggiornato dove si registrano le variazioni per effetto di compravendite o successioni.
Spetta a loro la gestione del patrimonio boschivo, nel rispEtto delle leggi forestali, la manutenzione delle strade di montagna, la regolamentazione degli accessi, l’incalanamento delle acque e l’opera di rimboschimento. La loro attività di gestione capillare del territorio è una risorsa per questa valle ricca di bellezze naturali, e provvedono alla difesa dell’ambiente e al mantenimento di un prezioso equilibrio fra natura e presenza umana.

IL SISTEMA TURNARIO: IL SENSO DI COOPERAZIONE

La produzione casearia sulle malghe viene eseguita tutt’oggi secondo una regola della tradizione: il sistema turnario. Si tratta di un metodo di lavoro appropriato alle capacità produttive della zona.
Ogni allevatore dispone di un numero limitato di capi e la quantità di latte giornaliero utile alla produzione di formaggio è detta caserada e spetta a turno (da cui il nome del sistema di produzione) ai vari proprietari dei capi.
Il casaro, l’addetto alla produzione del formaggio, ha il compito di controllare la produzione di latte di ogni mucca e di indicare su un libro la quantità e la qualità di latte conferito da ogni capo per ogni specifica caserada, controllando il generale equilibrio tra le qualità di latte prodotto dalle mucche di ogni proprietario e la quantità di formaggio ritirato a turno.
Il formaggio così prodotto viene quindi consumato dai proprietari stessi e distrubito sui circuiti locali.
Questo sistema permette quindi di garantire un beneficio equilibrato a tutti i proprietari, consetendo un ricavo anche ai piccoli allevatori, contrariamente a quanto accade in un sistema a larga scala.

Condividi

Grazie!

Grazie per la tua iscrizione

Iscriviti alla newsletter



Annulla
Chiudi

Webcam


Val di Rabbi
Chiudi

Meteo Val di Rabbi

Oggi

Min 0°C / Max 0°C


Domani

Min 0°C / Max 0°C


Dopodomani

Min 0°C / Max 0°C


Chiudi

Booking

Chiudi

Richiesta informazioni


to

Caratteri rimanenti limite raggiunto